Nico Murdock è un ESPERTO nelle bufale sulle scie chimiche, specialmente in quelle dei fratelli Marcianò che segue ormai dal 2005.

GTV: Goodbye Television

giovedì 22 aprile 2010

' il caso di spiegarlo bene.
Qualcuno ha fatto di tutto per tornare in televisione ottenendo come risultato di non tornarci probabilmente MAI PIU'.
Come mai?
Facciamo un'analisi dei fatti e dei risultati. La trasmissione Report, con uno share molto grande per un programma della domenica sera, ha realizzato un servizio sul Cicap. Niente di che, anzi il servizio era molto stringato e riduttivo, e faceva vedere solo degli highlights delle cose che il Cicap fa. Pochi minuti insomma nelle quali la questione della infondata e mai provata teoria delle scie chimiche occupava a malapena un minuto e mezzo, nel quale si parlava più di Simone Angioni che di sbufalamento.

Report Good News 14/03/2010 CICAP from Fioba on Vimeo.

A questo punto, un vero sostenitore della teoria, avrebbe preso tutte le sue prove, avrebbe scritto una lettera educata e probabilmente avrebbe ottenuto di poter esporre la sua versione dei fatti. In fondo si tratta di Report, una trasmissione che non si è mai tirata indietro a far sentire "l'altra campana" anche in passato.

Invece succede questo..

Questo "bel gesto" cosa ha ottenuto?
Questo video...



qualche risata della Gabanelli, e le seguenti considerazioni.
Il video del Cicap è andato in onda un'altra volta, anzi, con una parte in più sulle scie che era stata tagliata nella prima edizione. Molto più corposa e completa con le "analisi creative degli sciachimisti".
Che ogni telespettatore di Report (quindi fan della trasmissione) ha visto infangato il buon nome della trasmissione da dei personaggi "sopra le note" (voglio mantenere un tono educato) che credono alle scie chimiche.
Che se questo è il modo con cui trattano i loro "problemi" sicuramente c'è qualcosa di sbagliato nella teoria che sostengono.
Che ogni conduttore televisivo (le voci corrono nel loro ambiente) si guarderà bene da trattare l'argomento perchè non ci si sporca le mani con personaggi che aggrediscono i colleghi.
Che, comunque, non sono stati nemmeno nominati.

Ora è indubbio che rosichino da matti, ed infatti ecco una nuova gemma di sproloquio.

Ma non erano loro che dicevano

Non rientra nelle nostre priorità occuparci dei fiancheggiatori del sistema, ovvero dei disinformatori attivi sulla Rete, ...

Gli autogoal, per quanto fatti con una rovesciata in aria, non valgono il risultato che si ottiene.

Sincerely yours
Howling Mad (uno che non riusciranno mai a mettere nella loro lista di proscrizione) :-)))))



Figuraccia di TE in "anonimato" RAI

lunedì 19 aprile 2010



E non han fatto nemmeno vedere il pacco di strakkino. AHAHAHAH

Mazzucco e la sua fuffa

sabato 17 aprile 2010

Ringrazio l'amico Weewee per la segnalazione.

Che dire, finalmente un'ammissione da parte di fuffari che la sola idea delle scie chimiche non è altro che FUFFA.



Grazie Perlone.

Sincerely yours
Howling Mad


The "wannabe" pilot

giovedì 1 aprile 2010

Questo articolo è stato reso possibile grazie alla segnalazione e all'aiuto dell'amico Marcovi.


C'era una volta un giovanotto appassionato di aerei da guerra. Tanto appassionato che gestiva un sito su GEOcities sezione Cape Canaveral (2679). Questa sezione comprendeva siti di moltissimi appassionati di aviazione militare, amanti della NASA, degli aerei, e tra questi il giovanotto che si faceva chiamare nicscics.

Ma forse soffriva di crisi d'identità, infatti si faceva chiamare in molti modi: protheus (con e senza h), runway, nicsnics, ross(tiger), clenar, ecc. O forse era già palese la necessità di avere una miriade di accounts?

Ed era (ma forse lo è ancora di nascosto) un grande appassionato del Lockheed Martin-Boeing F-22 Raptor, una micidiale arma di morte.
Nel suo sito, di cui rimangono ancora molte pagine nell'archivio del web, risulta chiaro che fosse appasionatissimo tanto da cimentarsi anche in un gioco per pc della DID dedicato al caccia da guerra. Si era messo anche ad insegnare le tecniche di combattimento, anche se sono cose molto facili nei giochi dove non bisogna saper volare per far funzionare un aereo (vedi la parte che dice di decollare con l'autopilota !!!!!).
La cosa che poi fa tanta tenerezza è che si nota che è rimasto molto colpito dall'attacco dell'11 settembre, tanto che ha sentito il bisogno di dedicare un pensiero. Questo fa molto onore a quel ragazzotto.


E lo accompagnava in questa sua missione un "astrologo"? Forse sul sito Cape Canaveral di Geocities stona davvero, ma a quanto pare Hermes si dilettava a fare le carte astrali (dubito gratuitamente). Ai tempi era pieno di programmini che calcolavano quelle cose in due minuti.. soldini facili.


Ma cosa sarà successo a quel ragazzo per decidere nel 2005 di cancellare tutto? Un mio collega mi lancia un'ipotesi che tutto sommato non trovo così sbagliata: ad un certo punto, dopo tanto giocare a fare il pilota, ha voluto provare Flight Simulator. Anche quello non è realmente volare, ma bisogna conoscere tutti i fondamenti del volo per poterlo usare, e la frustrazione deve aver preso il sopravvento. Forse quel ragazzotto aveva un carattere irascibile?


Sincerely yours
Howling Mad

scie chimiche tanker enemy geoingegneria
Si è verificato un errore nel gadget