Nico Murdock è un ESPERTO nelle bufale sulle scie chimiche, specialmente in quelle dei fratelli Marcianò che segue ormai dal 2005.

Altro video farlocco della banda del terrazzino (updated)

giovedì 27 ottobre 2011

L'ennesimo video che prova la bufala delle scie chimiche. L'ennesimo video che prova la malafede e la voglia di truffare la gente. Perdono il pelo, ma non il vizio. Visto che li pizzico sempre quando usano materiale "non complottaro" hanno deciso di usare materiale complottaro di altri. E l'articolo lo fanno fare al "fisico bestiale".
In questo caso è una alterazione di un filmato di un altro sciachimista francese. Il video del sanremese pelato ha abilmente tagliato una parte abbastanza importante. Fate la verifica voi stessi.

Video di straker

Video del francese

Notato come ha segato la zoomata finale che mostrava l'estrema altitudine dell'aereo? Tipico di Rosario Marcianò che, con chiaro intento disinformativo, cerca goffamente di convincere la gente che le scie sono a bassa quota. Ma gli va sempre malissimo, con figure davvero barbine.
Intanto ogni persona con diottrie normali vede BENISSIMO che quello che esce dall'aereo è dalla carlinga e non dalle ali. Perchè questo tentativo di confondere? Perchè gli aerei, in questo caso un 767, sulla carlinga hanno una cosa molto importante: gli scarichi dei wc. E a volte capita che possano essere difettosi. Infatti tante sono le segnalazioni del cosiddetto Blue Ice. Ma vediamo un interessante video dei Mythbusters, che si sono occupati della problematica Blue Ice e che ci mostrano come può capitare questa cosa: solitamente perchè qualcuno ha gettato qualcosa di solido nel cesso.

Non solo, i Mythbuster hanno ricreato il fenomeno in laboratorio per far vedere come accade. Dal minuto 1:01 del seguente video.Qui il riassunto della puntata.

Insomma, solita fuffa sotto il cielo di Sanremo.Per dirvela stile Mythbusters... BUSTED!!!!!

update -------------------------
Mi hanno fatto notare una cosa importante: nei commenti del video francese, Rosario Marcianò fa notare lui che non esce qualcosa dalle ali ma dalla carlinga. Questo 3 settimane fa!!! Eppure come ha titolato il video??? QUESTA E' UNA PROVA DI COMPLETA MALAFEDE.
Splendido notare però che anche utenti australiani riconoscono in Rosario Marcianò un falsario :P


Sincerely yours
Howling Mad

a cosa servono le scie chimiche geoingegneria haarp

Instabilità di Crow: un po' di informazione

mercoledì 26 ottobre 2011


Non mi è mai piaciuto mettermi in cattedra, trovo che rendo meglio a sbufalare e a raccontare all'uomo comune, usando il suo stesso linguaggio, le cose meravigliose che accadono intorno a noi. Ogni tanto però, serve anche usare un po' di linguaggio tecnico. Ovviamente se riscontrate delle inesattezze, vi prego di segnalarmele.
Era il 1970 quando S.C. Crow pubblicava il suo Stability theory for a pair of trailing vortices dopo anni di studio sulle contrail. Il suo studio si incentrava principalmente sull'influenza che hanno i vortici generati dalle punte delle ali quando interagiscono con le scie di condensazione. Ed è anche grazie a questo studio che con il tempo sono state elaborate le winglet.


(queste due immagini sono di Wikipedia)


Su wiki italiana non esiste una pagina dedicata a questo fenomeno, motivo per cui forse molti promotori della teoria delle scie chimiche hanno approfittato per spacciare questo fenomeno come una "prova" che le scie di condensa sono "anomale" (qualcuno in malafede le chiama haarpizzate), fidando che l'italiano medio se c'è da leggere in un'altra lingua di norma fa spallucce e volta pagina. Così ho pensato di riportarvi la traduzione della pagina inglese, con un po' di esempi.

In aerodinamica, l'instabilità di Crow è un'instabilità di vortice lineare inviscida, che prende nome dal suo scopritore S.C. Crow. L'instabilità di Crow è comunemente osservata nei cieli dietro aeromobili di grandi dimensioni, quando i vortici d'estremità d'ala interagiscono con le scie di condensazione dei motori, introducendo visibili distorsioni nella forma della scia.

L'instabilità Crow è un'instabilità di coppie di vortici, ed in genere attraversa varie fasi: 
  • Una coppia di vortici contro rotanti agiscono gli uni sugli altri amplificando piccole distorsioni sinusoidali nelle loro forme vortice (Normalmente create da qualche disturbo iniziale nel sistema). 
  • Le onde si sviluppano in modalità sia simmetrica che asimmetrica, a seconda della natura del disturbo iniziale. 
  • Queste distorsioni crescono, sia per l'interazione di un vortice su un altro, sia per 'auto induzione' di un vortice con se stesso. Questo porta ad una crescita esponenziale dell'ampiezza dell'onda vortice. 
  • Le ampiezze vortice raggiungono un valore critico e si ricollegano, formando una catena di anelli di vortice.

Facendo una semplice ricerca con Google del termine Crow instability, si trovano moltissime immagini del fenomeno, ma mi hanno particolarmente colpito quelle di Martin McKenna, al quale ho chiesto di poterne utilizzare alcune (qui ci sono le info sulla data delle immagini e le tecniche usate).  
Martin, thanks again for letting me use your great pictures.

Vi consiglio di visitare il sito NightSkyHunter di Martin McKenna.
Se pensate che serva aggiungere qualcosa, fatemelo sapere.

Sincerely yours
Howling Mad

a cosa servono le scie chimiche geoingegneria haarp

Anche Caparezza percula i complottisti

sabato 22 ottobre 2011

 Articolo modificato dopo la messa online.

Dopo la perculata di Radio DeeJay ai creduloni delle scie chimiche di giovedì, arriva il grande Caparezza.
Ieri il canale YouTube ufficiale di Caparezza ha rilasciato l'ultimo video. Perculata mega ai complottari che credono a alieni, rettiliani, fine del mondo maya e ovviamente anche le scie comiche. Bellissima la perculata iniziale dove la tavola che segna la fine del mondo (anno 1.202.012) viene rotta per errore e allora mostrano solo la parte finale: 2.012. Mi ha ricordato moltissimo Mel Brooks e la scenetta di Mosè con i 15... ops... 10 comandamenti.

E nel video c'è anche un cameo di Giacobbo che fa ridere da quanto piangere fa... sisi, non è un lapsus.. 

Vi metto una parte di testo che è esilarante:

Reti di rettiliani, andirivieni d'alieni
velivoli di veleni,
tutti in cerca di ripari ma

La fine di Gaia non arriverà
la gente si sbaglia
in fondo che ne sa.
E' un fuoco di paglia
alla faccia dei Maya e di Cinecittà.

La fine di Gaia non arriverà!
La fine di Gaia non arriverà!


Anche E.T. è qui, mamma che condanna!
E' un pervertito, ha rapito Gaia per fecondarla
con alieni adepti che scuoiano coniglietti
e li mostrano alle TV spacciandoli per feti extraterrestri.
C'è chi vuole farsi Gaia con fumi sparsi in aria
da un aereo che la ingabbia come all'Asinara.

Si narra che gaia sniffi,
abbaia anche Brian Griffin.
E' Clyro come i Biffy che gaia Gaia non è.
Tra San Giovanni, Nostradamus e millennium bug
sulla sua bara chiunque metterebbe una tag. 

Gustatevi il video.



Catastrofisti, uomini tristi, la fine di Gaia non arriverà...

Sincerely yours
Howling Mad

a cosa servono le scie chimiche geoingegneria haarp

Linus percula le scie come nessuno

mercoledì 19 ottobre 2011

E' qualcosa che DOVETE sentire.


Ovviamente ora leggete la rosicata degli omuncoli.


E c'è anche il rischio che da oggi Nico Murdock abbia un'altra identità. Come sapete da quando ho aperto questo blog i sostenitori della bufala delle scie chimiche mi hanno appioppato ben otto identità diverse, in alcuni casi anche coesistenti. L'ultima che mi hanno affibbiato è quella del prestigiatore Nicolas D'Amore, simpatizzante del Cicap. A questo punto, dato che mi hanno scambiato per lui solo per via della somiglianza del nome (ed è uno che le scie non le ha mai nominate in vita sua), tanto vale che da oggi dicano che sono Nicola Savino, che oggi ha dato voce all'Italia sana di mente con i suoi commenti divertentissimi.

Benvenuti Linus e Nicola tra i milioni di milioni di debunkers del mondo!

Update ---------
Chi non usa iTunes può scaricare dai podcast di Radio DeeJay.


Update --------- E' ARRIVATO IL VIDEO!!!!



Sincerely yours
Howling Mad


scie chimiche tanker enemy geoingegneria straker puppa

Scie a terra

lunedì 17 ottobre 2011

Dato che i venditori di scie chimiche continuano con la loro tiritera sulle 3 condizioni necessarie (secondo loro) perchè l'acqua espulsa dai turbofan si trasformi in ghiaccio e quindi in scia di condensazione, vi metto un po' di video che provano che le scie si possono formare anche a livello del suolo. Basta la temperatura per creare la scia. L'umidità relativa serve solo a che la scia persista nel tempo.
Buona visione di questa rappresentazione di vera scienza (non marcia come quella di tanker enemy e scagnozzi).












E questi sono solo alcuni di questi video..

E non dimenticate questo, dove si vedono DAVVERO scie di condensazione a livello del suolo.

Sincerely yours
Howling Mad

scie chimiche tanker enemy geoingegneria straker puppa

Antonio vs. Rosario 3: è ora della fiction

domenica 9 ottobre 2011

Ok, lo ammetto: sto gongolando non poco.
Gli articoli precedenti (qui e qui) hanno colpito nel segno e a quanto pare hanno fatto PARECCHIO male alla "coppia di due" dei Marcianò.
Straker, al secolo Rosario Marcianò, autoproclamato presidente (legalmente responsabile) di un'associazione di tre persone che si è data il nome di comitato tanker enemy, ha dovuto correre ai ripari. Ma lo ha fatto nel modo più maldestro. Ha realizzato un video, rubando immagini protette da copyright  e mettendo il mio nickname addirittura sul titolo del post nel sul dispensario di falsità (leggesi blog).
Capisco che il mio blog probabilmente è più frequentato di tutti i suoi messi insieme, e che il mio nick è ormai molto conosciuto come suo sbufalatore (mi dicono di gruppi FB che gradirebbero mi facessi un account per partecipare, ci penserò), ma non lo pensavo così mal ridotto da dovermi usare addirittura nel titolo.
Ma tutta la storia cosa significa? Sinceramente ho fatto un po' di fatica a capirlo.. sapete, i processi mentali di Rosicario non sono normali, quindi bisogna un po' immedesimarsi come gli analisti del BAU dell'FBI, quelli del telefilm Criminal Minds. Quel video che Marcianò ha usato senza autorizzazione (nulla di nuovo nelle gesta del personaggio) lo avevo citato in un mio commento in un post di eSSSe (ed ora abbiamo la prova che per quanto neghi è sempre qui a leggere i nostri blog AHAHAHAHA). Già lì parlavo chiaramente di FILM, e non solo io.
A quanto pare la mente contorta del komandanten ha pensato che quel video, che è parte di un film francese che si intitola Sky Fighters (in originale Les chevaliers Du Ciel), volesse essere un documento video di qualche importanza.

ROSARIO, E' UN FILM!!!!


Strano che il Marcianò, uno con molta pratica nel confezionare fiction per promuovere la bufala delle scie chimiche non si sia accorto di questa cosa. O forse se ne è accorto, ma conta sul fatto di avere almeno un gonzo che "ci cade subito a pesce".. AHAHAHAHAHAHAHAH


Eh, già.. l'obiettivo dei film è quello di divertire il pubblico, solo un beota prenderebbe un film per un qualcosa di più...

Che dire, siamo alle solite. Poche ore di sonno per la paura delle indagini di Guariniello per le sue prodezze coi laser verdi e le troppe ore davanti al pc a creare bufale, cominciano a dare strani frutti. Forse era meglio che Rosario Marcianò continuasse a fare le cose che fa meglio.

update: dimenticavo di ringraziarti, Rosario, per aver ammesso con la tua voce che le contrails esistevano durante la seconda guerra mondiale, confermando quindi che hai mentito sapendo di mentire quando hai negato quella cosa. Sembra poco ma per tutte le persone che hanno perso la vita come piloti ed equipaggi di quei voli abbiamo restituito un po' di giustizia.

Sincerely yours
Howling Mad



scie chimiche tanker enemy geoingegneria straker puppa

Antonio vs. Rosario 2: arrampicarsi sulle contrails

sabato 1 ottobre 2011

Avrei scommesso che avrebbero cercato di rigirare la frittata, ma mai avrei pensato che si sarebbero resi ulteriormente ridicoli con la stessa sbufalata ben 2 volte. A questo punto spero continuino così vedremo dov'è il limite tra il ridicolo ed il grottesco.
Ieri vi avevo spiegato come una gaffe madornale di Antonio Marcianò, a quanto pare istigata dal redivivo Arturo (grazie, grazie, grazie), aveva buttato all'aria tutta la teoria di Rosario Marcianò che dice che le contrails non sono mai esistite soprattutto quelle che si vedono sui filmati della seconda guerra mondiale. Ci ha passato giorni e notti (ricordate questa cosa, mi raccomando) a confezionare materiale farlocco. E Antonio gli butta tutto all'aria.
Deve essere stata una bella sgridata quella che gli ha dato Rosario... povero Antonio, non solo deve mantenere il fratello con il suo stipendio da maestrino, ma anche prendersi il cazziatone. Vabbè, se l'è scelta lui questa vita.
Veniamo al dunque.
Vista la sbufalata ha dovuto correre ai ripari. E lo fa riportando e mettendo in grassetto il tutto.

Precipitazioni in atmosfera sotto forma di pioggia, neve e nebbia possono ridurre significativamente i segnali radar così come contribuiscono al rumore di fondo.

Pioggia, neve e nebbia. Che esistono da milioni di anni. Peccato per Antonio Zretino Marcianò che il libro non parli MAI di chemtrail o di aerei chimici.
Perchè il titolo del post è "UN LIBRO sulle strategie militari SPIEGA perchè i veivoli chimici distruggono le nuvole." Ma il libro non spiega questo. Lo dice un maestrino sanremese. Ma alle persone normali non spiega questo.

Poi la grande svista. Il libro parla apertamente di contrails nel 1942. E Zret ci da una mano una seconda volta portando proprio lui in luce una seconda conferma che le scie di condensazione erano un evento normalissimo già allora. Riporta un passaggio:

Camouflage paint was used to hide aircraft on the ground, and contrails and engine exhaust flames were suppressed to make early detection in the air more difficult.

Ciò significa che il problema delle contrails era stato già risolto nel 1943! E' ovvio, considerato che non si spendono milioni di euro in tecnologie di occultamento radar per poi farsi identificare a causa delle scie di condensazione e sono menzogneri dunque i documenti della N.A.S.A. e di altri enti ufficiali, laddove dichiarano che la formazione delle scie di condensa è una questione non risolta.


Intanto grazie per aver ribadito nero su bianco che le contrails esistono da prima della seconda guerra mondiale. Ma una cosa ora deve spiegare: come sarebbero state "soppresse" queste contrails?
Dato che lui non lo sa, e nemmeno il fratello, perchè nonostante tutto il tempo dedicato a screditare chi ha volato sui B17, creando documentazione falsa e tendenziosa, non sono riusciti a imparare una cippa di come si fanno le RICERCHE SERIE (ringrazio Riccardo per il prezioso contributo).

The NACA report also provided several maps showing regions of the world where engine-exhaust contrails were likely to develop across different periods in the year. These were based on the atmospheric changes produced by a B-17E aircraft "in normal heavy cruising condition," which should provide a reasonable standard for judging how other types of aircraft might interact with the atmosphere when flying through the zones shown. (45)

Additionally, a section of the report discussed the possibility of suppressing condensation trails. Where the exhaust trails were concerned, the report stated that the only reliable means of preventing their formation was to remove the water from engine exhausts by means of a water-recovery system. Unfortunately, such a device was not then practical. The study then recommended three courses of action for contrail abatement, recognizing that these might not be practical under combat conditions.

1. If reduction of altitude is permissible, throttle engines and glide at high speed to a lower level.

2. If net loss of altitude is not permissible, go into a shallow power dive at substantial increase in speed. Regain altitude by zooming. (Short lengths of persistent trail may be formed during latter part of zoom.) Alternative: Fly at reduced power.

3. If some reduction in speed is permissible with same power output and fuel consumption, as during climb, open engine cowl flaps as wide as possible. (Airplanes without cowl flaps could be equipped with similar drag-producing devices.)


(tratto da Wakes of war: contrails and the rise of air power, 1918-1945 Part II—the air war over Europe, 1939-1945
by Ronald R. Baucom)
 La soppressione meccanica delle contrails era quindi impossibile e i metodi proposti erano 3:
1. Scendere di quota.
2. Picchiare togliendo manetta, e riprendere quota usando la spinta, questo però crea quelle che i dementi chiamano "scie on-off".
3. Aprire le "cowl flaps" il più possibile per raffreddare il motore. Sono degli sfoghi d'aria regolabili usate normalmente per non far raffreddare troppo il motore ad alta quota.

Ma lo so che per loro queste cose sono troppo tecniche, troppo scientifiche e troppo vere. Per cui, quale miglior modo di confutare tutto il loro articolo che chiedere cosa ne pensa l'autore??
Invito anche voi a farlo, trovate l'indirizzo in questa pagina :-)

Zretino, vediamo ora chi viene neutralizzato AHAHAHAHAHAHAHAHAHAH

update: questo posto continua qui.

Sincerely yours
Howling Mad

scie chimiche tanker enemy geoingegneria straker puppa
Si è verificato un errore nel gadget