Nico Murdock è un ESPERTO nelle bufale sulle scie chimiche, specialmente in quelle dei fratelli Marcianò che segue ormai dal 2005.

Censura, libertà ricercata e direzione democratica

venerdì 12 marzo 2010

(Post condiviso con Tripponzio)

La censura da parte dei soliti noti, promotori della libertà di pensiero, solo se concorde al proprio, colpisce ancora.

Si parla nuovamente di FaceBook, che sembra essere diventato l'ultima frontiera del reclutamento fanatici. Dopo i gruppi dei Nemici delle Cisterne da loro creati e gestiti, ma in qualche modo a loro dire falsi, dopo la becera propaganda politica di personaggi di secondo, terzo, quarto piano, dopo i gruppi di discussione manipolati da patetici individui, si arriva all'ultima arma del disperato: la censura. In contrapposizione ai gruppi dai nomi più disparati di sostenitori delle scie chimiche, si sono formati gruppi che cercano di dare risposte a domande che in realtà non ne vogliono. Questo ai nostri sostenitori del complotto/imbonitori da fiera/ciarlatani non deve essere andato a genio. Dopo aver recato disturbo con i più disparati e patetici mezzi, con continui disturbi, insulti, spam (azioni rese possibili dalla mancanza di censura e repressione su tali gruppi, a differenza dei loro), hanno giocato la carta finale. La segnalazione mendace, false accuse spammate al sistema di report delle infrazioni, fino a far cancellare uno dei gruppi di "debunking" e sospendere gli account degli amministratori dell'altro.

Sì, dopo aver professato a lungo il sostegno alla libertà di parola, al dialogo, alla democrazia diretta e non, hanno abusato degli strumenti a loro disposizione per eliminare i loro “avversari”, dato che per quanto riguarda prove e dialettica non avevano speranze. Dopo aver invitato la controparte a presentarsi con la propria faccia e con il proprio nome, hanno dimostrato di volere questo genere di confronto solamente per prenderli meglio a pesci in faccia.

E intanto, per le manie di grandezza di questi piccoli individui, di questi squallidi falliti, alcuni onesti utenti del più famoso social network sono fuori, proprio per non essersi fatti problemi a farsi avanti in prima persona. I contatti, le foto, le piccole cose condivise, gli scambi di affetto, piccole perle di umana quotidianità ora saranno perse per sempre, semplici ricordi che svaniscono in una piccola nuvola di invidia e meschinità. La rete di amicizie ritrovate dopo tanto tempo, di nuove persone conosciute in questo ambiente virtuale, gli scambi di opinioni, tutto perso così, come niente fosse. Il tutto perché dei bastardi (sì, non mi faccio problemi a dirlo) hanno abusato di uno strumento pensato per proteggere gli utenti in buona fede da animali del loro calibro, sapendo di restare anonimi (i complimenti anche all'amministrazione di FB che non ritiene necessario nemmeno specificare quale sia l'accusa che ha portato alla soppressione dell'account).

Ora, quindi, rimane solamente il dubbio su chi abbia avuto l'idea: se il patetico individuo che ha già dato prova di abusare di tali strumenti per eliminare il contraddittorio oppure truffaldino aspirante politico che ha dato dimostrazione di saper usare bene FB per manipolare la gente.A voi l'ardua sentenza.

p.s. Questo post è stato lasciato volutamente privo di nomi, dato che tali individui avendo negato un'identità a degli onesti utenti della rete, non ne meritano una. Non fatelo nemmeno voi: che non abbiano appigli per censurare anche qui.

E se i responsabili di questa azione mi leggono ho un messaggio per loro:

mi fate schifo, sputatevi in faccia da soli, che qui abbiamo sicuramente tutti usi migliori per la nostra saliva.

10 commenti

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

Sì vabbè, ma allora questo post è solo per quelli lì che hanno fatto i bastardi e quelli là che hanno subito, non certo per me che, non avendo e non volendo avere un account Facebook, non posso capirci una mazza.

Dunque perchè ho scritto questo commento? Primo?

12 marzo 2010 09:27
tripponzio ha detto...

siamo in regime di censura. all'ungo andare si andrà nella dittatura e se scrivessimo i nomi sicuramente proverebbero ad abbatterci con un bazzuca.

questo post è scritto per far sapere a questa gente quanto la consideriamo meno della merda e quanto dimostrano solamente di essere inetti.

quindi cosa voglio dire?
secondo?

12 marzo 2010 11:40
souffle ha detto...

Facebook? Roba da bimbiminchia. Lasciatelo a loro.

12 marzo 2010 13:44
souffle ha detto...

Sono talmente lontano da quel mondo, che non sono neppure capace di scrivere "bimbominkia" col la K...

12 marzo 2010 13:45
The Foe-Hammer ha detto...

Mhmm, un po' altezzoso il tuo commento souffle. Se a te FB non piace, non mi sembra corretto che tu dia del bimbomikia agli utenti dello stesso !

12 marzo 2010 15:37
Mauro ha detto...

Scusate, ma che è successo su FB? Censura dei commenti in stile canale youtube di Straker?

NB: non sono iscritto a FB.

Ciao!

12 marzo 2010 16:15
Ieromod ha detto...

Ho un account su FB con nome e cognome (leggerezza di "gioventù") che comunque condivido solo con persone fidate, ed un altro, "fake", che magari qualcuno di noi DB ha già intuito, ma che comunque credo sia ancora "vergine" per la malavita organizzata dei peracottari. Doverosa premessa fatta, dico quel che penso. Caro Nico, perchè non abbassarsi al loro livello, stante l'inconsistenza degli argomenti sufficienti a far chiudere dei Gruppi? Seguo poco, me ne dolgo ma il tempo è tiranno per il mio quotidiano, ero rimasto al fatto che pareva impossibile far chiudere accounts o Gruppi su FB. Ora, se no nprendo colossale granchio, leggo qui che FB finalmente (sic) prende atto delle segnalazioni e censura i segnalati? E per di più senza valutare, con obiettività e coscienza della realtà, gli argomenti?
Benissimo! Mettiamoci al loro livello e tempestiamo FB di segnalazioni da decine, o che dico, centinaia di vecchi e nuovi accounts (fakes ovviamente, come i loro), creati per la bisogna, e facciamoli chiudere...
Comporterebbe un impegno di qualche ora da parte dei Debs tutti, ma se ci sono i risultati, ne vale la pena...Quanto a segnalazioni mendaci, penso, basterebbe fare un copi/incolla delle loro... Tanto, se non le leggono, si va a spanne!
Riprendetemi, se dico cavolate... lo faccio ogni tanto :-)
Ma solo quando mi incavolo...
M.

12 marzo 2010 16:24
tripponzio ha detto...

grosse comunità come facebook basano il sistema di segnalazione spesso su alcune semplici regole "se tanti segnalano, difficilmente è una segnalazione falsa". arrivati ad un tot di segnalazioni, il ban arriva in automatico. se avviene la richiesta di sban, il caso viene valutato.
abbiamo visto come qualcuno abusa delle tecniche di spam per attirare adepti. non è difficile capire chi lo ha fatto e come.
il perchè è chiaro: le voci fuori del loro coro sono quelle che possono rovinargli gli inciuci (raccogliere donazioni, voti o altro).

12 marzo 2010 17:10
souffle ha detto...

@ The Foe-Hammer: Ci mancherebbe... la mia è solo l''opinabilissima opinione di uno che con grande leggerezza ha messo un suo profilo su FB, ci ha "zazzicato" per tre o quattro mesi e poi ha deciso che 'sta cosa era solo una gran stronzata che gli faceva perdere un sacco di tempo.

12 marzo 2010 17:59
Anonimo ha detto...

oggi hanno fatto cancellare anche la pagina "signoraggio informazione corretta", che aveva 1300 iscritti

13 marzo 2010 02:45
Si è verificato un errore nel gadget